salta la barra


Comune di Prato

 indietro
30/12/2008 15:28
Uffici Il progetto approvato dalla giunta nell'ultima seduta dell'anno

Famiglie numerose, una “family card” per la spesa

Si chiama “family card” e darÓ diritto a sconti del 10% di beni e servizi nei negozi che aderiranno all'iniziativa, curata e voluta dal Comune, dal vice sindaco Roberto Bencini e dall'assessore ai Servizi sociali Luisa Stancari, dopo un'intesa siglata con l'Associazione famiglie numerose. źUn contributo concreto ad una particolare tipologia di famiglie - dice l'assessore Stancari e con le il vice sindaco Bencini - in una situazione di pesante crisi economica╗. Sta di fatto che a partire dalla firma delle convenzioni con gli operatori economici, famiglie composte da tre o pi¨ figli, di etÓ compresa tra 0 e 26 anni, con un reddito globale familiare Irpef di 60 mila euro, incrementato di altri 7.500 euro per ogni figlio oltre al terzo e per ogni anziano ultra sessantacinquenne presente nel nucleo familiare, potranno avvalersi di sconti sulla loro spesa con la “family card“ del Comune di Prato. Il progetto, approvato dalla giunta nell'ultima seduta dell'anno, svoltasi ieri lunedý 29 dicembre, diventerÓ operativo a partire dai primi mesi dell'anno, dopo che ne Ŕ giÓ stata accertata l'adesione da parte di soggetti della grande distribuzione e delle associazioni dei commercianti e artigiani. La giunta ha infatti approvato lo schema di convenzione che sarÓ sottoposto dal Comune agli operatori che aderiranno all'iniziativa, tramite le associazioni di rappresentanza nel caso di artigiani e comercianti e direttamente nel caso dei marchi della grande distribuzione. Ogni famiglia numerosa, con le caratteristiche sopra richiamate, potrÓ godere della “family card”, con scadenza 31 dicembre 2009, ad alcune condizioni: lo sconto del 10% sarÓ applicato in presenza di un limite minimo e di un tetto massimo di spesa, calcolabile quest'ultimo anche su base mensile o annuale, i cui importi (limite minimo e massimo) saranno determinati, di volta in volta, secondo i comparti merceologici, sulla base delle convenzioni stipulate con gli esercenti aderenti al progetto. Le condizioni previste dalla convenzione sono per˛ facoltative, nel senso che alcuni operatori potrebbero non richiederle per le agevolazioni sulla spesa. Inoltre per quanto riguarda la grande distribuzione la spesa dovrÓ essere effettuata nello stesso punto vendita. Sono esclusi dallo sconto i tabacchi, gli alcolici, le schede telefoniche e tutti gli articoli per i quali Ŕ vietata l'applicazione di sconti rispetto al prezzo indicato. L'operazione non comporterÓ nessun importo per il Comune, che invece si farÓ carico della gestione del progetto. A tal proposito oltre a impegnarsi a a realizzare una card plastificata, darÓ ampia informazione sulle modalitÓ del progetto e sui loro destinatari, producendo un apposito materiale informativo.
1300/08

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina