salta la barra


Comune di Prato

 indietro
07/11/2009 01:01
Biblioteche Lunedý 16 novembre sarÓ il Presidente della Camera Gianfranco Fini ad inaugurare i locali della ex Campolmi che ospiteranno la nuova Lazzerini

Biblioteca Lazzerini: a grandi passi verso l'inaugurazione

La "fabbrica della cultura" sarÓ aperta al pubblico da Martedý 24 novembre

Si procede a ritmi serrati verso l’inaugurazione della nuova Biblioteca Lazzerini, la fabbrica della cultura nel cuore della città. Ci sono ancora alcuni problemi tecnici da risolvere legati al perfezionamento dei lavori, ma il trasloco dei libri è a buon punto. Come annunciato, il taglio del nastro avverrà Lunedì 16 novembre, in occasione della visita a Prato del presidente della Camera dei deputati Gianfranco Fini. L’appuntamento è alle 10.30, nella splendida hall della biblioteca, con una breve cerimonia, accompagnata dalle chiarine del corpo dei Valletti comunali, durante la quale sono previsti gli interventi del sindaco Roberto Cenni e del presidente della Regione Claudio Martini.

L’inaugurazione vera e propria, aperta alla città, sarà invece il sabato successivo, 21 novembre, a partire dalle 17. Sarà l’occasione per tutti i pratesi di poter conoscere questi spazi, così suggestivi e intimamente pratesi. Il programma prevede nella hall della biblioteca, dopo il saluto del sindaco, un omaggio al grande scrittore pratese Curzio Malaparte, attraverso una serie di letture con musica a cura di Massimo Luconi, interpretate dagli attori pratesi Valentina Banci e Francesco Borchi, e con la partecipazione degli allievi della Scuola Verdi. Subito dopo i cittadini potranno liberamente ammirare tutti gli spazi della nuova Lazzerini, accompagnati sempre dalla musica dei ragazzi della Verdi e da originali performance dei due attori pratesi. Nella sala bambini, inoltre, sarà allestito uno dei ‘tappeti interattivi’ del Tpo e lo stesso Tpo curerà una suggestiva proiezione di immagini della Campolmi, com’era e come sarà, nello spazio esterno della corte delle sculture: alle foto della vecchia fabbrica e della nuova biblioteca si alterneranno immagini di Malaparte e brevi stralci delle sue pagine immortali su Prato, il tutto accompagnato da originali sonorità.

L’apertura al pubblico della nuova biblioteca è invece fissata per martedì 24 novembre, quando tutto sarà pronto ad accogliere studenti e appassionati di libri. I numeri della nuova Lazzerini sono davvero da record: 250mila volumi, di cui 120mila ad accesso libero, 450 sedute per la lettura, 110 postazioni con computer, 6mila titoli multimediali, 700 quotidiani on line da tutto il mondo, giusto per citare qualche cifra. Il tutto su una superficie di 5300 metri quadri, di cui 3200 riservati al pubblico, con una sala per l’attualità, un’altra per i bambini, una terza per la memoria pratese con i preziosi fondi storici di cui la biblioteca dispone e una quarta per la creatività con una ricca dotazione di strumenti multimediali.

"Sarà una biblioteca straordinaria, una fabbrica di cultura proprio nel cuore della città – commenta l’assessore alla cultura Anna Beltrame –: stiamo facendo una corsa contro il tempo per renderla funzionante, affrontando quotidianamente mille piccoli e grandi problemi, legati al restauro di un complesso di così vaste dimensioni. Purtroppo nel progetto di recupero non era stata prevista un’adeguata dotazione di parcheggi per i motorini, ma con Gianni Cenni, il consigliere delegato all’urbanistica, e Roberto Caverni, l’assessore al traffico, stiamo cercando una soluzione tampone: destinare l’area di sosta di via Pomeria attigua a porta Frascati, oggi in teoria destinata ai pullman, appunto ai motorini di chi frequenta la Lazzerini. Due piani di recupero di privati, nella zona compresa fra la porta Frascati e l’ex Campolmi, prevedono come oneri di urbanizzazione a carico degli investitori la creazione di un passaggio pedonale diretto fra le mura di via Pomeria e la biblioteca: ci auguriamo che ci siano il prima possibile le condizioni per realizzarlo".

mc

888/09

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina