salta la barra


Comune di Prato

 indietro
30/12/2010 14:50
Polizia municipale L'operazione eseguita nel pomeriggio di ieri dalla Polizia municipale

Sotto sequestro parrucchieria abusiva in via Tazzoli

L'assessore Milone: I controlli non si fermano neanche durante le feste natalizie e proseguiranno nel 2011

Nel pomeriggio di ieri l’Unità operativa commerciale e amministrativa della Polizia municipale è intervenuta in una palazzina di via Tazzoli, accertando che in una stanza posta al piano terra veniva esercitata una attività di parrucchiere, completamente abusiva.

All'interno un vero e proprio negozio di parrucchieria con poltrona lavatesta, bancone, specchiera e accessori per il taglio e la tintura dei capelli.

Al gestore, C.F., cittadino cinese di 42 anni, sono state contestate le sanzioni previste dalla legge per mancanza delle necessarie autorizzazioni e dei requisiti professionali, per un totale di 1.000 euro. Le attrezzature utilizzate per svolgere l’attività sono state poste sotto sequestro amministrativo: «Anche nel periodo delle feste natalizie continua la lotta della Polizia municipale contro l'abusivismo - commenta l'assessore alla Sicurezza urbana Aldo Milone - Il sequestro dell'ennesima attività di parrucchieria priva di autorizzazioni ne è la dimostrazione. Ovviamente l'attività di controllo proseguirà anche nel 2011, con la speranza di porre fine ad un fenomeno che negli ultimi anni ha assunto proporzioni dilaganti».

Nell’anno 2010 l’attività di contrasto all’abusivismo nel settore degli acconciatori e degli estetisti, operata da parte della Polizia Municipale, ha determinato l'elevazione di 42 verbali per violazioni alle specifiche normative di settore.  

Non sono rimasti esenti da controlli nenche gli esercizi regolarmente autorizzati: infatti, sempre nel 2010, gli agenti della Polizia commerciale di piazza Macelli hanno effettuato ben 27 sanzioni per il mancato rispetto degli orari di chiusura, stabiliti dall’Amministrazione comunale, per  parrucchieri ed estetisti. Per questa specifica violazione la giunta comunale, con la delibera 475 del 2 novembre scorso, ha determinato una multa di 450 euro.

1687/10

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina