salta la barra


Comune di Prato

 indietro
11/12/2015 11:27
Prato Festival 2015 Cultura Lunedý 14 e martedý 15 dicembre allo Spazio Kolam, ore 21,30, in via di Vergaio 63B,

Prato Festival, "Slum", un approccio tetro-teatrale di drammaturgia-ariosa

Lo spettacolo Ŕ ideato e diretto da Monica Bucciantini, con la collaborazione di "brAdS company"

Lunedì 14 e martedì 15 dicembre, allo Spazio Kolam, in via di Vergaio 63B, alle 21.30, andrà in scena "Slum", un approccio tetro-teatrale di drammaturgia-ariosa, da Bassifondi (1902), di Maxim Gor'kij. Lo spettacolo è ideato e diretto da Monica Bucciantini, con la collaborazione di "brAdS company".

Lo spettacolo intende rappresentare un affresco cupo di miseria, una chiamata ultima sul palco, un ospizio per i poveri nei bassifondi della vita.

"Il Teatro è combattimento. Il Teatro è uno spazio ideale. Il Teatro appartiene a chi lo fa."

Così Massimo Amaro, pseudonimo di Maxim Gor'kij, descrive le sue sensazioni riguardo il teatro. Lo scrittore russo non desidera dare un'immagine della vita, ma intende commentarla come una profonda offesa verso la maggior parte degli uomini. Gor'kij mette al centro delle sue opere la sofferenza umana, e la illumina con una luce di poesia, a volte rude e scontrosa, ma anche appassionata e triste. Il drammaturgo russo racconta la visione della vita di questa gente, le loro aspirazioni verso una libertà sconfinata, alla ricerca di orizzonti sempre nuovi, la loro insofferenza delle norme più elementari. Il suo innato sentimento di simpatia per i respinti e gli asociali, ci rivela in modo strabiliante che la condizione umana dell'estrema miseria sociale e morale degli ultimi, quella che lui stesso ha conosciuto, si può elevare fino all'eroismo.

L'ingresso è libero.

1610/15

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina