salta la barra


Comune di Prato

 indietro
14/02/2017 14:55
pasquinelli Polizia municipale Domani, mercoledý 15 febbraio, il primo incontro con le scuole Malaparte alla Camera di Commercio

"Non essere folle bevendo, sii folle vivendo", al via la nuova campagna di Alcol e ResponsabilitÓ

Otto scuole per un totale di quasi 1600 ragazzi coinvolti. Interventi formativi e emozionali per informare e sensibilizzare i pi¨ giovani sui pericoli della correlazione alcol e guida

"Non essere folle bevendo, sii folle vivendo". Recita così lo slogan di   "Alcol e responsabilità", la nuova campagna di comunicazione del Comune di Prato rivolta agli studenti delle scuole medie per far conoscere i rischi legati all'abuso di alcolici e alla guida in stato di ebbrezza. L'iniziativa è realizzata dalla Polizia municipale in collaborazione con Associazione M. Michelini "Figlio del Vento", Aci, associazione motociclisti Golden Drakes e con il supporto dell'Asl 4. Lo slogan utilizzato per la campagna è il vincitore del concorso dello scorso anno ed è stato realizzato dagli studenti delle scuole Mazzoni.

"Dopo la sperimentazione dello scorso anno con gli studenti delle terze medie abbiamo avuto conferma che proprio questa fascia di età è la più sensibile all'argomento e abbiamo deciso di continuare l'attività di intervento e di sensibilizzazione rivolgendoci esclusivamente a loro - ha spiegato Andrea Pasquinelli, comandante della Polizia municipale -. Durante gli incontri saranno spiegati ai ragazzi i pericoli della correlazione alcol e guida ".

La campagna, che coinvolgerà 8 scuole per un totale di circa 1600 ragazzi, prenderà il via domani, mercoledì 15 febbraio, con le terze classi della scuola Malaparte e avrà luogo alla Camera di Commercio alle 9.  Gli Istituri che parteciperanno saranno: Malaparte, Ser Lapo Mazzei, Enrico Fermi, Zipoli, Buricchi, Convenevole, Pier Cironi e Mazzoni.

Gli studenti delle 8 scuole assisteranno nel corso degli incontri a interventi formativi, affidati a rappresentanti della Polizia Municipale, e emozionali, in cui ci sarà la testimonianza diretta di persone che hanno perso i propri cari in un incidente stradale. I ragazzi si sfideranno inoltre ogni volta in un quiz sui temi alle regole del codice della strada e nella giornata finale della campagna i rappresentanti dei due migliori istituti gareggeranno per la vittoria.

"Durante i nostri interventi - ha spiegato l'ispettore Elisabetta Gasparrini - cercheremo di parlare con i ragazzi degli aspetti psicologici legati al bere, alle modalità con cui viene fatto e alle motivazioni con cui i più giovani vi si approcciano. Grazie al supporto dei ragazzi del servizio civile abbiamo introdotto quest'anno anche una "magic box" in cui i ragazzi in forma anonima potranno inserire pensieri, storie, racconti legati alla loro esperienza o anche dei loro amici con l'alcol e poi parlarne con loro".

Ad ogni giovane verrà inoltre consegnato un libretto informativo dal titolo "Alcol & guida, un binomio impossibile", prodotto dalla collaborazione di tutto il gruppo di lavoro.

186/17

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina