salta la barra


Comune di Prato

 indietro
21/04/2017 12:35
Personale Le domande entro il 22 maggio esclusivamente via web

On line il bando pubblico per l'assunzione a tempo indeterminato di 8 agenti di Polizia Municipale

Se i partecipanti saranno oltre 500 sarÓ effettuata una preselezione. Il 9 giugno sul sito del Comune l'elenco degli ammessi e i calendari delle prove

E' on line (http://allegatibandi.comune.prato.it/dl/20170420160150959/bandoagpm17.pdf) da stamani il concorso pubblico per l’assunzione a tempo indeterminato di 8 agenti di Polizia Municipale (cat. C1) , come annunciato la scorsa settimana dall’assessore al Personale Benedetta Squittieri.

Per l’ammissione al concorso  è richiesto il possesso dei seguenti requisiti :

a) cittadinanza italiana

b) età compresa tra i 18 anni compiuti e i 32 anni non compiuti alla data di scadenza del bando;

c) idoneità fisica, psichica e attitudinale all’impiego e quindi alle mansioni proprie del profilo professionale da rivestire;

d) titolo di studio: Diploma di maturità. Per i candidati che hanno conseguito il titolo in altro paese dell’Unione Europea, la sussistenza dell’equipollenza del titolo di studio posseduto avrà luogo ai sensi dell’art. 38 c.3 del D.Lgs. 30/3/2001 n. 165. I titoli di studio dovranno essere accompagnati da una traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore pubblico in possesso del necessario titolo di abilitazione;

e) godimento dei diritti civili e politici;

f) non aver riportato provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento e non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, 1° comma, lett. d) del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato approvato con D.P.R. nr. 3 del 10.1.1957;

g)  non aver subito condanne penali e non aver procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica Amministrazione o comportino il licenziamento o che comportino l’impossibilità a ricoprire il posto di Agente di PM ;

h) non essere stati condannati anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel Capo I del Titolo II del Libro secondo del Codice Penale nonchè non aver riportato condanne per uno dei reati di cui all’art. 25 bis del DPR 313/2002.

i) posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985 ai sensi dell’art. 1 L. 23/8/2004 n. 226.

l) assenza di impedimenti al porto o all’uso delle armi, non essere obiettori di coscienza, ovvero non essere contrari al porto o all’uso delle armi ed in particolare:

-          per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, così come previsto dall’art.1, comma 1 della Legge 2 agosto 2007, n.130;

-          assenza di impedimenti  e/o elementi ostativi al porto ed uso dell’arma derivanti da norme di legge o regolamento ovvero da scelte personali;

-          espressa disponibilità al porto e all’uso dell’arma, essendo previsto che i neoassunti svolgano le loro mansioni in servizio armato;

m) possesso dei requisiti occorrenti per il conseguimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza di cui all’art. 5 – comma 2 – della Legge 65/86 (godimento dei diritti civili e politici, non aver subito condanne a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stati sottoposti a misura di prevenzione; non essere stati espulsi dalla forze armate o dai corpi militarmente organizzati o destituiti dai pubblici uffici);

n) essere titolari di patente di guida di categoria B, non speciale;

o) essere titolari di patente di guida non speciale per motocicli secondo lo schema seguente :

-Cat. A2 , se l’età posseduta è tra i 18 e i 20 anni compiuti;

-Cat A, se l’età posseduta è di almeno 20 anni e non piu’ di 24 anni e l’interessato è stato titolare della patente cat. A2 per almeno 2 anni;

-Cat A se  l’interessato ha compiuto 24 anni;

p) espressa disponibilità alla conduzione dei veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Municipale.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, tranne il requisito di cui al comma 1 lett. o) del presente articolo (e cioè “essere titolari di patente di guida non speciale per motocicli secondo lo schema ecc.”) che deve essere posseduto, parimenti a pena di esclusione dal concorso, alla data di espletamento della prova pratica.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di ammissione al concorso deve pervenire entro le ore 17 del 22 maggio 2017, termine perentorio a pena di non ammissione al concorso,  e deve essere presentata esclusivamente con la seguente modalità:

via web al sito www.comune.prato.it/lavoro/. 

La tassa di concorso e’ pari a 5 euro e deve essere pagata esclusivamente attraverso versamento sul c/c postale n. 30372502 intestato a: Comune di Prato – Tesoreria Comunale, oppure pagata presso i T - Serve autorizzati, presso i Terminali Polifunzionali “Jolly”, presso le Agenzie della Provincia di Prato della Banca Popolare di Vicenza  o presso la Banca di Credito Cooperativo Area Pratese. Qualunque sia la modalità di pagamento della tassa di concorso, è necessario indicare il codice del presente concorso AGPM17 e causale di versamento. La tassa di concorso non è in alcun caso rimborsabile. Si precisa che la domanda web prevede l’inserimento della data di pagamento della tassa di concorso.

L’originale della ricevuta comprovante l’avvenuto versamento della tassa di concorso deve essere presentato il giorno della prima prova concorsuale.

L’elenco dei candidati ammessi con riserva e di quelli esclusi sarà reso noto entro il 9 giugno 2017. Gli elenchi dei candidati ammessi e  degli  esclusi, i calendari delle prove d’esame, gli esiti delle prove ed ogni altra comunicazione inerente il concorso saranno resi pubblici esclusivamente mediante pubblicazione  all’Albo Pretorio del Comune di Prato e sul sito Internet  www.comune.prato.it/lavoro/ .  

PROVA DI PRESELEZIONE

 L’Amministrazione si riserva la facoltà di sottoporre i candidati a prova preselettiva, qualora il numero delle domande di concorso presentate risulti superiore a 500.

 La preselezione consisterà in un test sulle materie d’esame e/o su argomenti di cultura generale, costituito da quesiti a risposta multipla.

Alla successiva prova d’esame saranno ammessi a partecipare i primi 500 (cinquecento) classificati nella prova preselettiva, includendo comunque i pari merito al 500° posto intendendosi per pari merito coloro che avranno conseguito un identico punteggio.

La graduatoria formata sulla base dei risultati della prova preselettiva sarà valida esclusivamente al fine dell’ammissione alla successiva prova d’esame  e non sarà utile per la formazione della graduatoria finale di merito.

 La graduatoria relativa alla prova preselettiva sarà pubblicata all’Albo Pretorio del Comune di Prato e sul sito internet  www.comune.prato.it/lavoro/.

Qualora il numero  di tutti i  candidati ammessi al concorso risulti inferiore o uguale a 500 e comunque se il numero dei candidati presenti alla preselezione fosse inferiore o uguale a 500, non si procederà all’espletamento della prova preselettiva.

PROVE D’ESAME

Le prove d’esame  tenderanno ad accertare il possesso delle competenze richieste per lo svolgimento delle mansioni proprie della posizione da ricoprire, oltre che il grado di conoscenza delle materie oggetto d’esame, nonché, eventualmente, la capacità di risolvere casi concreti. 

A)  PROVA SCRITTA

Saranno ammessi a sostenere la prova scritta solo i candidati che avranno superato la prova preselettiva ovvero tutti gli ammessi al concorso qualora non venga  espletata la prova preselettiva

La prova scritta sarà costituita da quesiti a risposta sintetica o da quiz a risposta multipla, su una o più delle seguenti materie:

-          Nozioni sull’ordinamento e funzioni della polizia locale;

-          Illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio (Legge 689/1981) ;

-          Legislazione in materia di circolazione stradale con particolare riferimento al Codice della strada e relativo regolamento di attuazione;

-          Nozioni di diritto e procedura penale;

-          Nozioni sulla legislazione nazionale e della Regione Toscana in materia di commercio, urbanistica, edilizia ed ambiente;

-          Elementi di legislazione in materia di  pubblica sicurezza e di organizzazione dei servizi di polizia e controllo del territorio (Testo Unjco delle Leggi di Pubblica Sicurezza e relativo regolamento di attuazione, L. 121/1981, D.lgs. 112/1998, L. 128/2001, L. 125/2008, ecc).

-          Nozioni in materia di  normativa sugli stranieri;

-          Nozioni sull’ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. 18/8/2000 n. 267);

-          Elementi sulla legislazione del rapporto di lavoro, con particolare riferimento al rapporto di lavoro negli Enti Locali;

La prova scritta si intende superata con un punteggio di almeno 21/30.

B)  PROVA PSICOATTITUDINALE

In occasione dello svolgimento della prova scritta, i candidati dovranno sostenere anche una prova psicoattitudinale; al riguardo la Commissione esaminatrice sarà integrata da un esperto in Psicologia del lavoro. Alla prova psicoattitudinale non verrà attribuito alcun punteggio ma costituirà, con il colloquio di cui al successivo  punto D) tenuto da un esperto in Psicologia del lavoro, elemento di valutazione in sede della prova orale, ai fini dell’ammissione alla graduatoria finale.  

C)  PROVA PRATICA

-          Alla prova pratica su motociclo saranno ammessi solo i candidati che avranno superato la prova scritta.

-          Il giorno della prova pratica i candidati dovranno esibire la patente di guida prevista dal bando ed essere muniti di casco regolamentare ed eventuale abbigliamento idoneo.  I candidati non in possesso di detta patente e/o di casco regolamentare non potranno sostenere la prova motociclistica e saranno quindi esclusi dalla procedura concorsuale. Non è equiparata alla predetta patente l’autorizzazione ad esercitarsi alla guida, che non consentirà l’espletamento della prova pratica con conseguente esclusione del candidato dal concorso.

-          La prova motociclistica sarà volta ad accertare l’abilità a condurre un motociclo di potenza fino a 25 kW con cambio a pedale su un percorso-gimkana ad ostacoli, simile a quello previsto per l’esame di guida per l’ottenimento della patente di servizio per i motoveicoli,

-          Saranno ammesse al massimo due penalizzazioni.

D)  PROVA ORALE

La prova orale sarà costituita da un colloquio sulle materie oggetto della prova scritta.

La prova orale si intende superata con un punteggio di almeno 21/30.

In sede di prova orale verrà accertata inoltre la conoscenza di una lingua straniera scelta del candidato fra inglese, francese o tedesco, nonché la conoscenza dell’informatica in generale (word, excel, uso di posta elettronica, internet ecc.).

In sede di prova orale, i candidati dovranno altresì sostenere un colloquio con un esperto in Psicologia del lavoro, avente come scopo l’accertamento del possesso dei requisiti psicoattitudinali connessi al profilo professionale da ricoprire.

L’esperto in Psicologia del lavoro si avvarrà, durante il colloquio in questione,  anche dei risultati della prova psicoattitudinale svolta dai candidati in occasione della prova scritta.

Il colloquio psicoattitudinale verrà svolto a porte chiuse, con la sola presenza della Commissione esaminatrice integrata dall’esperto in Psicologia del lavoro.

Al termine del colloquio psicoattitudinale il candidato conseguirà esclusivamente un giudizio in termini di idoneità oppure non idoneità psicoattitudinale;

Saranno ammessi nella graduatoria finale unicamente i candidati che avranno superato la prova orale (e quindi raggiunto un punteggio di almeno 21/30) ed avranno conseguito il giudizio di idoneità psicoattitudinale.

CALENDARIO DELLE PROVE D’ESAME

Il calendario delle prove d’esame (luogo, orari ecc.) e dell’eventuale prova preselettiva sarà reso noto entro il 9 giugno esclisivamente sul sito web del Comune e all’Albo Pretorio.

La graduatoria verrà utilizzata anche per assunzioni a tempo determinato di Agente di Polizia Municipale.

DOCUMENTI PER L’ASSUNZIONE

Ad avvenuto espletamento del concorso  ed a seguito dell’approvazione della relativa graduatoria di merito, il Comune di Prato procederà alla verifica delle dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione nei confronti dei candidati dichiarati vincitori;

I candidati risultati vincitori saranno avviati presso le strutture sanitarie competenti per essere sottoposti, a cura e spese dell’Amministrazione, a visita ed accertamenti medici tesi a verificare il possesso dei requisiti psico-fisici ed attitudinali previsti dal presente bando, nonché il possesso dei requisiti di idoneità al maneggio ed uso delle armi. Al momento della visita il candidato dovrà produrre un certificato del proprio medico curante (certificato anamnestico) attestante la storia clinica, redatto sullo stampato che sarà consegnato dal Servizio Risorse Umane del Comune di Prato.

cb

541/17

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina