salta la barra


Comune di Prato

 indietro
01/09/2017 13:49
Agenda Digitale La presentazione stamani in Sala Giunta. E' intervenuto il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli

Wi-fi unificato: presentato il nuovo sistema e l'adesione a Wi-Fi.Italia

L'assessore Squittieri: "Una grande novitÓ e un grande servizio per avvicinare gli utenti alle nuove tecnologie"
Presentato stamani in sala Giunta il nuovo sistema Wi-Fi unificato tra Comune e Provincia con l'adesione al Progetto WiFi.Italia.It.

Sono intervenuti l'assessore all'Agenda digitale Benedetta Squittieri e il Sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli.

“Finalmente abbiamo integrato le due reti di Comune e Provincia, trasformando due sistemi di accesso differenti in un'unica rete alla quale i cittadini potranno accedere con un'unica username e password. - ha spiegato l'assessore all'Agenda digitale Benedetta Squittieri - Passando da access point ad access point la connessione non cadrà, quindi gli utenti rimarranno connessi senza doversi nuovamente autenticare. E' una grande novità perché ci permette di costruire una rete Wi-fi che copre la quasi totalità del terriotorio cittadino. C'è una grande richiesta di Wi-fi con acceso libero e per noi questo rappresenta un servizio che intende avvicinare gli utenti all'uso delle nuove tecnologie”.

L'obiettivo dell'Amministrazione è stato quello di unificare, estendere e potenziare il servizio di Wi-Fi gratuito in tutto il territorio provinciale. Da oggi si può accedere alla rete Wi-Fi con un unico usernname e un'unica password e si potrà navigare gratuitamente e in maniera sicura in piazze, parchi pubblici, ambienti ospedalieri, biblioteche e luoghi di incontro distribuiti in tutta la provincia. Al momento gli utenti registrati, con un'età media di 36 anni, sono circa 98 mila e gli accessi giornalieri sono quasi 1.700.

Tra i punti di accesso già esistenti e più utilizzati si trova l'Ospedale Santo Stefano, con oltre 1 milione di accessi dall'attivazione del servizio, circa due anni fa. Segue la Biblioteca Lazzerini con 800 mila accessi da quando è stato attivato il servizio. Gli ultimi hotspot attivati da Prato Wi-Fi con il Progetto Easycom sono in piazza Carl Marx e nei giardini della Passerella e di via Colombo. Tra i progetti c'è anche quello di portare il Wi-Fi gratuito al museo Pecci e in tanti altri punti di interesse della città e della provincia.

Prato Wi-Fi aderisce alla rete Wi-Fi.Italia.it, la rete nazionale di accesso gratuito a internet, promossa e realizzata dalla collaborazione del Ministero dello Sviluppo economico e del Ministero dei Beni Culturali per coprire il sistema museale nazionale.

Il Progetto WiFi.Italia.It ha come obiettivo principale quello di permettere a cittadini e turisti, italiani e stranieri, di connettersi gratuitamente e in modo semplice a una rete WiFi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale. Basta scaricare l'APP per dispositivi mobili, registrarsi e si può accedere a tutte le reti di WiFi.Italia.it usufruendo della connettività, dei contenuti e dei servizi dell’ecosistema del Turismo che via via verranno messi a disposizione e della connettività messa a disposizione dai Comuni nei loro territori.

"Con questa APP, che nasce sulla base dell'esperienza, Wi-Fi.Italia.it proponiamo a clienti e privati che gestiscono delle reti Wi-Fi di legarsi insieme, di adottare un'unica modalità di connessione - ha spiegato il Sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli - Si scarica un'APP, si registrano i propri dati e da quel momento si è connessi ovunque ci sia un punto di accesso. Avere una rete di questo tipo significa non solo fornire un servizio ma anche fornire informazioni. Spero che per il prossimo anno sulla rete W-Fi.Italia.it ci sarà la proposta delle celebrazioni del Corteggio Storico, che andrà a chiunque sarà collegato alla rete nazionale. Grazie a questa APP - ha concluso Giacomelli - Wi-Fi.italia.it Grazie potrà monitorare il flusso turistico. ".

gc

1130/17

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina