salta la barra


Comune di Prato

 indietro
23/12/2018 10:42
Polizia Municipale Cappello Polizia municipale L'automobilista stato trovato grazie ai testimoni e alle immagini delle telecamere

Pirata della strada individuato e denunciato dalla Polizia Municipale

Per il 31enne alla guida l'accusa di omissione di soccorso e lesioni colpose

Un uomo di 31 anni è stato denunciato dalla Polizia Municipale per essere fuggito alla guida della sua auto dopo aver travolto un pedone.L'incidente si è verificato in Piazza del Mercato Nuovo, all'intersezione tra Viale Galilei e via Bresci, la sera di giovedì 20 dicembre ed ha visto coinvolta un'autovettura ed un pedone 34enne. Il conducente dell'auto ha investito il pedone procurandogli lesioni giudicate poi guaribile dal Pronto Soccorso con 7 giorni di prognosi e, dopo l'urto, si é dileguato rapidamente, non fermandosi e non prestando la dovuta assistenza alla persona ferita.L'unità operativa Sinistri della Polizia Municipale è subito intervenuta sul luogo dell'incidente ed ha raccolto informazioni da testimoni e soprattutto ha individuato delle telecamere di videosorveglianza che avevano documentato il transito del veicolo fuggito.Grazie poi alla ricerca svolta dall'Unità Investigativa della stessa Polizia Municipale che ha controllato la lista dei veicoli compatibili con quello che era stato, il fuggitivo è stato individuato.Nei suoi confronti è scattata la denuncia alla Autorità Giudiziaria  per i reati di omissione di soccorso e di lesioni colpose e si è proceduto al ritiro della sua patente ai fini della sospensione ed al sequestro penale dell'autovettura.

"Voglio ringraziare la polizia municipale per il lavoro svolto e anche tutti i cittadini che con senso di responsabilità e di comunità hanno dato la propria testimonianza per individuare il responsabile dell'incidente - dichiara il sindaco Matteo Biffoni -. Ancora una volta lo ripetiamo: in caso di un sinistro fermatevi, sempre. Perché è obbligatorio per legge, perché prestare soccorso può essere determinante per la persona investita, perché comunque i responsabili vengono individuati".

1434/18

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina