salta la barra


Comune di Prato

 indietro
14/05/2019 12:10
Casa Entro 4 mesi il Comune dovrÓ bandire delle procedure di evidenza pubblica per selezionare le offerte di vendita

Emergenza casa, il Comune di Prato aderisce al bando regionale per l'acquisto di immobili vuoti sul mercato

Gli alloggi del patrimonio di edilizia pubblica sono circa 1.600 a Prato e circa 250 nei Comuni circostanti

Acquistare sul mercato immobili vuoti e già pronti da adibire ad alloggi popolari contro l'emergenza casa: è questo l'obiettivo del bando pubblicato ad aprile dalla Regione Toscana a cui il Comune di Prato ha deciso di aderire. Stamani la giunta comunale ha approvato infatti la partecipazione al bando regionale che vuole dare una risposta al bisogno abitativo con una strategia nuova, appunto quella di acquistare appartamenti già pronti e disponibili, vuoti, da tempo invenduti, che potranno essere utilizzati dai Comuni come edilizia residenziale pubblica.

Un modo nuovo di affrontare il tema del diritto alla casa, che potrà affiancare la costruzione ex novo di immobili destinati all'edilizia popolare. Infatti è da anni che il Comune di Prato cerca di contenere i livelli di disagio sociale ed economico prodotti dalla crisi, vista anche l’esiguità del numero di alloggi del patrimonio di edilizia pubblica, circa 1.600 alloggi nel territorio comunale più circa 250 nei Comuni circostanti.

Per questa ragione la Regione Toscana ha stanziato 15 milioni di euro, che serviranno per acquistare fabbricati immediatamente utilizzabili da destinare ai Comuni, che poi useranno per fronteggiare l'emergenza abitativa. 

I Comuni possono partecipare in forma singola o associata con gli altri Comuni circostanti.

Secondo la procedura, entro 4 mesi il Comune dovrà bandire delle procedure di evidenza pubblica per selezionare le offerte di vendita, che saranno valutate in base alle dinamiche sociali, abitative e infrastrutturali del territorio e all'offerta economica. Il finanziamento regionale sarà erogato ai Comuni nel momento in cui questi presenteranno, entro il 15 dicembre 2019 , il contratto preliminare di compravendita.

is

465/19

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina