salta la barra


Comune di Prato

 indietro
27/12/2011 15:22
MobilitÓ L'accordo fra Comune e cooperativa Ŕ stato siglato questa mattina

Nuovo deposito-officina Cap in Via del Porcile

Soddisfatti tutti gli attori coinvolti, anche il Comitato delle Badie che si era opposto alla realizzazione dell'opera in Via del Lazzeretto

E' stato siglato questa mattina l'accordo fra Comune e Cap autolinee per la nuova localizzazione del deposito-officina degli autobus. Dopo oltre un anno di lavoro degli uffici tecnici del Comune, con una particolare dedizione dell'assessore Roberto Caverni, e l'impegno della cooperativa a rivedere passati accordi con l'Ente, la nuova struttura avrà sede in Via del Porcile e non in Via del Lazzeretto come previsto in precedenza. 

I lavori inizieranno la prossima estate e si concluderanno entro due anni. L'area interessa circa 30mila mq nei pressi del casello autostradale di Prato Est e avrà una superficie coperta di circa 3mila mq. Si tratterà di una struttura tecnica, con manutenzione e rimessaggio, completata da uffici di amministrazione. A questa va aggiunta un'area di circa 10mila mq dedicata a parcheggio e verde pubblico, che prevede oltre un milione di oneri di urbanizzazione a carico della cooperativa. Per Cap si tratta di un investimento complessivo che oscilla tra i 7 e i 9 milioni di Euro.    

"Ringraziamo la cooperativa - ha affermato il sindaco Roberto Cenni - per aver accolto questa proposta dell'Amministrazione che ha inteso individuare una scelta che fosse vantaggiosa per tutti: Cap, Comune e residenti. La posizione del deposito-officina degli autobus diventa così strategica, a due passi da Firenze, anche per intercettare nuovi flussi turistici".

Da parte sua il presidente di Cap, Giuseppe Gori, ha sottolineato la sensibilità della cooperativa a ridiscutere il progetto che riguardava la zona delle Badie, con un impegno economico aggiuntivo in una fase difficile che rappresenta una vera e propria scommessa sul futuro della città. "E rinascerà a nuova vita anche l'area di Via Livi - ha aggiunto - dove al posto dello storico deposito nascerà un nuovo centro residenziale e con uffici di prestigio". 

Anche in questa occasione il sindaco Cenni non ha mancato di raccomandare al privato l'uso di manodopera e imprese pratesi - nei limiti del possibile - per la realizzazione dell'opera.

Soddisfazione per la sigla del progetto è stata espressa da alcuni esponenti del Comitato delle Badie, presenti in conferenza stampa, che si sono complimentati con l'Amministrazione e con Cap. "Adesso - hanno concluso - speriamo in cambio di destinazione d'uso per l'area acquistata da Cap in Via del Lazzeretto, zona a vocazione del tutto residenziale". 

mc

1949/11

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina