salta la barra


Comune di Prato

 indietro
15/12/2014 12:50
Comune di Prato Giustizia Questa mattina il vicepresidente del Csm ha incontrato il sindaco Matteo Biffoni

Il vicepresidente del Csm Legnini: "Per Prato sono necessarie risposte eccezionali, presto un potenziamento degli organici del Tribunale"

Nel convegno "Il valore della legalitÓ" Prato Ŕ stata proposta come modello di sperimentazione di nuove politiche

Si è svolto questa mattina in Salone Consiliare il convegno "Il valore della legalità - La crescita delle imprese tra etica e trasparenza". Ospite il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini che questa mattina ha visitato insieme al sindaco Matteo Biffoni il Tribunale di Prato. "La situazione della città di Prato è eccezionale e le sollecitazioni che ho ricevuto dal sindaco mi hanno spinto a dare priorità a questa visita - ha sottolineato Legnini - anche dal confronto che ho avuto con il presidente del Tribunale e il procuratore generale è emersa la forte necessità di potenziare gli organici: presto arriveranno risposte concrete, con la nomina del nuovo procuratore, un presidente di sezione e un gip. Il tutto ovviamente nei tempi imposti dal rispetto delle regole, ma cercando di accelerare il più possibile". Il vicepresidente ha anche ribadito il proprio impegno per potenziare il Tribunale con personale amministrativo: "Solleciterò con atti formali il ministero della Giustizia perché si consideri l'eccezionalità della situazione di Prato".

Il dibattito ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle categorie economiche, con il presidente dell'Unione industriale Andrea Cavicchi, il presidente di Rete Imprese Claudio Bettazzi e il presidente della Camera di commercio Luca Giusti. Ad aprire i lavori è stato il sottosegretario del ministero allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli: "Per tutelare e promuovere l'economia basata sulla legalità è fondametale la collaborazione tra le istituzioni, nazionali e locali, con le forze economiche e sociali: il sistema Paese può contribuire alla crescita con questo meccanismo virtuoso e a Prato l'interazione tra le diverse anime è sempre stata una realtà e proprio in questo momento di crisi economica dobbiamo sostenere il dialogo e la collaborazione con maggiore forza - ha spiegato Giacomelli, che ha indicato anche gli strumenti più utili per difendere la legalità -. La rete è la strada che ci permette con gli open data di promuovere la trasparenza, rendendo le informazioni più accessibili e intercettando le realtà che non rispettono le regole. Il potenziale della rete quindi non va sottovalutato, promuovere le imprese che lavorano correttamente dà un valore aggiunto alla nostra economia".

Anche dai rappresentanti delle associazioni di categoria è arrivata la richiesta di continuare a sostenere chi fa della legalità un pilastro del proprio brand, come le aziende che hanno deciso di intraprendere il percorso del rating di legalità. Allo stesso tempo è stata sottolineata la necessità di intervenire in ambito culturale, promuovendo la legalità non soltanto all'interno del mondo imprenditoriale, sia italiano sia straniero, ma anche nella scuola per dare più consapevolezza alle nuove generazioni.

"La visita del vicepresidente del Csm Giovanni Legnini è stata molto significativa per la nostra città - ha commentato il sindaco Matteo Biffoni -: l'attenzione verso le emergenze di Prato è importante e il potenziamento del Tribunale è un nodo cruciale per rendere efficienti anche i controlli che stiamo portando avanti. Da sindaco sono soddisfatto quando la città si mostra compatta: oggi lo abbiamo fatto, con le altre istituzioni, a partire dalla Procura e dalla Prefettura e  con le forze economiche. Ci auguriamo che Prato possa diventare quanto prima una città di sperimentazione per le politiche del governo in tema di lotta all'illegalità".

red

1725/14

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina