salta la barra


Comune di Prato

 indietro
19/05/2023 15:46
Barberis Valerio Ambiente E' la seconda forestazione di maggio dopo i giardini Alda Merini a Grignano inaugurati mercoledý scorso

Taglio del nastro per la nuova area verde di piazza Europa nell'ambito di Prato Forest City

L'intervento Ŕ stato finanziato da Rotary club Prato e Rotary club Prato Filippo Lippi in memoria di Tiziana Turi, scomparsa nel 2020. Piantati 8 grandi alberi e 55 arbusti

Dopo il taglio del nastro dei giardini Alda Merini a Grignano di mercoledì scorso, è stata inaugurata oggi la nuova area verde di piazza Europa, realizzata dal Comune in collaborazione con il Rotary Club Prato e Rotary Club Prato Filippo Lippi, nell'ambito del progetto Prato Forest City. Erano presenti l'assessore all'Urbanistica e Ambiente Valerio Barberis, l'assessore alla Città curata Cristina Sanzò, il presidente del Rotary Club Prato Giuseppe Gori e il presidente del Rotary Club Prato Filippo Lippi Carlo Baldi.

L'intervento contribuisce a rafforzare la presenza del verde in piazza Europa con la piantumazione di 8 alberi e 55 arbusti di diversa specie, con relativo impianto di irrigazione, che potranno *immagazzinare 290 kg/anno di CO2 e assorbire diversi inquinanti aerei, tra cui 3,61 kg/anno di biossido di azoto e 4,47 kg/anno di PM 10.

La nuova area verde, finanziata con una donazione di 4.000 euro ciascuno (8.000 totali) per entrambi i club, consente di arricchire un'area centrale di ingresso al centro storico, oltre ad assorbire le polveri derivanti dal traffico della zona. Gli alberi di alto fusto, sempreverdi, fanno da contro-altare alle caducifolia presenti. La zona inoltre si arricchisce di numerosi arbusti sia nelle due aiuole laterali che in quella centrale, dove si trova la fermata dell'autobus. Non solo. Il Rotary club Filippo Lippi ha voluto dedicare l'intervento alla memoria dell'architetta Tiziana Turi, scomparsa nel 2020 per una grave malattia. All'inaugurazione erano presenti infatti il marito Luciano Battiston, le figlie Bianca e Irene e tanti amici che l'hanno ricordata con grande emozione.

"Si tratta della seconda area di forestazione dopo quella di Alda Merini a Grignano in questo mese dedicato ai temi ambientali del programma Prato Forest City - afferma l'assessore all'Urbanistica e Ambiente Valerio Barberis - In questo caso l'investimento è dei Rotary Club della città e si inserisce in un quadro generale in cui Prato sta dando risposte importanti finanziando gli interventi di forestazione". 

"La creazione di aree verdi pubbliche come luoghi da vivere e frequentare, oltre che per rendere la città più bella, è uno degli obiettivi strategici di questa Amministrazione sia in centro che nelle aree più periferiche" - ha affermato l'assessora alla città Curata Cristina Sanzò. 

 "Siamo davvero orgogliosi di poter lasciare un piccolo segno di ricordo della nostra Tiziana Turi, per lungo tempo socia del nostro club" - commenta il presidente Carlo Baldi. "Ci uniamo al ricordo di Tiziana - aggiunge il presidente Giuseppe Gori - E siamo davvero felici di aver dato il nostro contributo a questa iniziativa all'interno di Prato Forest City che mette insieme l'aspetto ambientale, estetico e sociale che ben si sposa con la mission del Rotary".

Nello specifico sono stati piantati 5 grandi magnolie, 2  lecci, 1 ligustro giapponese, 10 eleagni, 3 oleandri, 7 osmanti, 7 lentischi, 10 spiree nipponiche e 18 viburni.

calcoli fatti in base al "Piano Regionale per la Qualità dell'aria ambiente - PRQA - Linee guida per la messa a dimora di specie arboree per l'assorbimento di sostanze climalteranti" della Regione Toscana.





cb

390/23

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Google Bookmarks Condividi su Twitter
 indietro  inizio pagina